Tavolo 2 - Capitale Naturale e Turismo Sostenibile

Tavolo 2 - Capitale Naturale e Turismo Sostenibile

La presa di coscienza della limitatezza delle risorse naturali disponibili per i fabbisogni della società umana e per il sostentamento della vita sulla Terra ha spinto i ricercatori delle discipline economiche ed ecologiche a sviluppare e proporre agli organi decisionali di ogni livello il concetto di Capitale naturale, inteso come insieme di beni e servizi forniti dalla natura all’uomo e composto, in massima parte, dalla biodiversità e dai servizi ecosistemici.

Accordi e Conferenze internazionali hanno preso in carico i diversi aspetti di questo capitale, nel tentativo di sollecitarne la regolamentazione dell’utilizzo e garantirne la disponibilità per le generazioni future e per la sopravvivenza degli ecosistemi naturali. La Strategia nazionale italiana per la biodiversità del 2010 fa propri i contenuti, le raccomandazioni e le regolamentazioni delle diverse istituzioni internazionali per individuare le Aree di lavoro su cui concentrarsi, al fine di raggiungere l’obiettivo della gestione sostenibile del capitale naturale. In questo contesto, ENEA, con le sue competenze multidisciplinari in materia ambientale, descritte sinteticamente in questo documento di posizionamento, presenta le proprie proposte su tre principali obiettivi strategici:

  1. conduzione di attività di ricerca applicata per la caratterizzazione e la valutazione del capitale naturale, al fine ridurre i rischi di alterazione dovuti alle pressioni antropiche e tutelarne l’integrità;
  2. supporto alla Pubblica Amministrazione per l’attuazione di politiche e programmi per la tutela ed il ripristino del capitale naturale con l’obiettivo prioritario di minimizzare le pressioni e gli impatti derivanti dall’uso antropico delle risorse attraverso l’integrazione di diversi strumenti e normative disponibili, anche nell’ottica di mettere in atto azioni congiunte di mitigazione ed adattamento nei confronti dei  cambiamenti climatici;
  3. supporto alla Pubblica Amministrazione per la definizione di approcci e strumenti per la valutazione e la gestione degli impatti associati alla fruizione turistica nei territori di particolare pregio ed attrattiva ambientale, secondo i principi del turismo sostenibile, anche attraverso la promozione di sistemi volontari di gestione ambientale.

L’efficacia di ENEA deriva  sia dall’esperienza maturata da ENEA nell’ambito di numerosi progetti già attuati ed in corso che hanno tra gli obiettivi attuare la tutela e valorizzazione delle risorse ambientali, sia sul posizionamento e la rete di contatti nazionali e internazionali che l’Agenzia ha raggiunto in anni di impegno per la tutela e valorizzazione del capitale naturale.

 

In particolare, le proposte inerenti la promozione di modalità sostenibili di fruizione e sviluppo di aree ad elevato valore ambientale si fondano sull’importante percorso compiuto da ENEA in tale ambito, a partire dalle esperienze di sperimentazione ed applicazione di norme ISO 14001 nelle Aree Protette, risalenti ormai a più di 15 anni fa, per giungere sino al recente successo del progetto EGADI.  Tali progetti hanno confermato come tra gli usi sostenibili del capitale naturale, in aree ad elevato valore ambientale quali le Aree Protette, il turismo sostenibile si configuri come modalità prioritaria di sviluppo economico compatibile con la tutela del capitale naturale.