Lampedusa la ‘sentinella’ d’Europa per monitoraggio carbonio in atmosfera e mare

La boa in mare che costituisce l'Osservatorio Oceanografico. Sullo sfondo l'isola di Lampedusa

A 30 anni dalla sua nascita, la stazione ENEA di Osservazioni Climatiche dell'isola di Lampedusa diventa il primo sito ‘sentinella’ in Europa per il monitoraggio integrato del ciclo del carbonio in atmosfera e in mare, nell’ambito della rete di ricerca europea ICOS alla quale partecipano centinaia di scienziati e ricercatori che operano in oltre 150 stazioni di 13 Paesi. Nelle acque dell’isola siciliana, sono stati recentemente installati nuovi strumenti hi-tech che raccolgono informazioni e dati strategici sulla concentrazione della CO2 e sugli scambi tra atmosfera e oceano. Gli strumenti sono stati installati sull’Osservatorio Oceanografico di Lampedusa, una boa strumentata operativa dal 2015 al largo di Lampedusa, su un fondale di oltre 70 m. Le nuove osservazioni integrano le misure oceanografiche e ottiche già attive presso l'Osservatorio Oceanografico con le misure sulla evoluzione della concentrazione di gas ad effetto serra raccolte dall’Osservatorio Atmosferico sull’isola di Lampedusa.

 Leggi la news su: https://www.enea.it/it/Stampa/news/ambiente-lampedusa-la-sentinella-euro...

Parte della boa sommersa, dove in una gabbia di acciaio è alloggiata la strumentazione per le misure  ICOS, posta a circa 5 m di profondità
Panorama dell'Osservatorio Atmosferico sulla estremità nord orientale dell’isola di Lampedusa
Reference personnel: 
Francesco Monteleone
Giandomenico Pace