Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Le attività del Network europeo RENEB nel volume speciale di Radiation Research

La recente guerra in Ucraina ha chiaramente dimostrato l'importanza di essere preparati alla possibilità di un grave evento radiologico o nucleare (RN). In questo contesto, la Dosimetria Retrospettiva, che si avvale di metodiche biologiche e fisiche, rappresenta uno strumento fondamentale per discriminare, attraverso la ricostruzione della dose assorbita di radiazioni, tra le persone esposte, quelle che necessitano di cure mediche urgenti.

Radiation Research dedicato a RENEB

La recente guerra in Ucraina ha chiaramente dimostrato l'importanza di essere preparati alla possibilità di un grave evento radiologico o nucleare (RN). In questo contesto, la Dosimetria Retrospettiva, che si avvale di metodiche biologiche e fisiche, rappresenta uno strumento fondamentale per discriminare, attraverso la ricostruzione della dose assorbita di radiazioni, tra le persone esposte, quelle che necessitano di cure mediche urgenti.
Nel 2016 è stata creata la rete europea di Dosimetria retrospettiva,  RENEB (“Running the European Network in Biological and Physical Retrospective Dosimetry”), di cui fa parte anche la Divisione TECS-ENEA, attraverso la sigla di un Memorandum of Understanding (MoU) che prevede l’attivazione delle istituzioni firmatarie in caso di una emergenza radiologica di larga scala.
La rete RENEB viene mantenuta in attività attraverso periodici esercizi di inter-confronto tra i laboratori coinvolti. Questi esercizi mettono in evidenza vantaggi e svantaggi delle diverse metodiche utilizzate per la ricostruzione individuale della dose assorbita.
Nel mese di Giugno è stato pubblicato un numero speciale di Radiation Research dedicato ai risultati dell’ultimo inter-confronto che ha coinvolto 86 laboratori specializzati distribuiti in 46 diverse istituzioni.

Il laboratorio SAM della Divisione TECS-ENEA ha contribuito al volume con 3 diverse pubblicazioni [1], [2], [3]


References

A cura di: 
Redazione Divisione Tecnologie e metodologie per la salvaguardia della salute
Ultimo aggiornamento: 19 July 2023