Qualità, Sicurezza, Tracciabilità, Autenticità ed Origine dei Prodotti Agroalimentari: L’infrastruttura Metrofood-Ri

Il convegno, co-organizzato dall’Accademia dei Georgofili e dall’ENEA, ha la finalità di far conoscere una nuova iniziativa europea nel settore Agroalimentare, sempre più strategico per il nostro Paese, sui temi della qualità, sicurezza, tracciabilità, autenticità ed origine dei prodotti.
Si tratta del progetto di realizzazione dell’infrastruttura di ricerca METROFOOD-RI, a coordinamento ENEA, di cui si allega una breve descrizione, che è stato presentato a marzo 2015 per la Roadmap ESFRI 2016, dove è stato valutato “emerging project”. Dalla valutazione finale, risulta da una parte la validità e l’eccellenza scientifica della proposta e dall’altra parte la necessità di rafforzare alcuni aspetti organizzativi per garantirne la sostenibilità a medio e a lungo termine. Questa fase è stata avviata il 1 gennaio 2017 con il progetto PRO-METROFOOD.
Lo scopo è quello di portare METROFOOD-RI nella prossima Roadmap ESFRI da emerging project a active project. Ciò consentirà di proseguire efficacemente il percorso di realizzazione dell’infrastruttura di ricerca, attraverso le call dedicate.
A livello nazionale, per supportare METROFOOD-RI e per predisporre quello che sarà il nodo nazionale dell’infrastruttura, è stata già realizzata la Joint Research Unit METROFOOD-IT, alla quale attualmente partecipano, oltre ENEA (Capofila), CNR, CREA, INRIM, IEO, FEM, UNiUD, UniBS, Uni NaFed.II e il Gruppo Interministeriale Nazionale (MIUR, MISE, MIPAAF, MINSALUTE, MAECI) ed Europeo.

Per il nostro Paese si tratta per la prima volta, di coordinare un’infrastruttura di ricerca panEuropea  in un settore strategico per lo sviluppo, la sostenibilità e la salute quale è quello Agroalimentare, con importanti ricadute sia sul piano dello sviluppo economico che dell’occupazione.
METROFOOD nasce per favorire lo sviluppo della ricerca e l’avanzamento delle conoscenze nei diversi ambiti disciplinari connessi al Sistema Agroalimentare e per fornire supporto sia alle imprese, favorendone competitività e sostenibilità, che  alle istituzioni impegnate a garantire la sicurezza alimentare e a combattere le contraffazioni. METROFOOD sarà anche uno strumento per avvicinare la scienza ai bisogni dei cittadini, rafforzando la loro fiducia verso la qualità e sicurezza del sistema agro-alimentare e accrescendo la loro consapevolezza del valore del sistema-ricerca.
METROFOOD rappresenta una grande opportunità per lo sviluppo del settore agroalimentare ed il rafforzamento della presenza del nostro Paese a livello europeo ed internazionale, e per attuare una strategia di cooperazione nazionale in modo da integrare risorse e competenze scientifiche, allineare la ricerca e l’innovazione ai valori, ai bisogni e alle aspettative della Società e attuare le Politiche di convergenza e coesione. Infatti METROFOOD-RI è strettamente collegata con la Strategia Nazionale di sviluppo e ricerca (Piano Nazionale della Ricerca, Roadmap del Cluster tecnologico nazionale Agri-food, Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente, Piano Nazionale Industria 4.0). Di particolare rilievo i collegamenti con il Piano Nazionale Industria 4.0, visto che tra le direttrici chiave vi sono la creazione di “Competence Center” e “Digital Innovation HUB”, rispetto ai quali l’infrastruttura METROFOOD-RI riveste un ruolo strategico. Infatti l’infrastruttura si configura già di per sé come una Rete di Centri di Competenza operativi a livello nazionale in grado di favorire l’innovazione di prodotto e di processo, l’implementazione di nuove tecnologie l’interoperabilità ed il trasferimento tecnologico. L’infrastruttura elettronica andrà poi a realizzare le piattaforme ed i sistemi per la condivisione di dati e metadati relativi ai parametri della produzione e dell’intera filiera fino alla commercializzazione e all’utilizzo finale, oltre agli applicativi per la gestione, l’integrazione, l’elaborazione e la fruizione dei dati. Ciò consentirà di rendere più efficiente ed affidabile i sistemi di monitoraggio ed il sistema dei controlli, di integrare le informazioni di filiera, e razionalizzare i sistemi logistici, facilitando così l’adempimento ai regolamenti comunitari in materia di sicurezza alimentare, tracciabilità e rintracciabilità e etichettatura.