"Primavera dell'Innovazione - dallo spazio all'Agrifood-Tech"

Locandina evento Primavera dell'Innovazione

Il Consorzio di ricerca Hypatia, con i partner del progetto regionale LAerospaZIO, finanziato dal POR FESR Lazio 2014-2020 - AVVISO PUBBLICO “PROGETTI STRATEGICI”, ASI, ENEA e INFN, è promotore della quinta edizione dell’evento “Primavera dell’Innovazione”, dedicata al trasferimento tecnologico nel settore aerospaziale, che quest'anno si terrà in modalità digitale il prossimo 28 maggio.

L’evento si concentrerà sull'Agrifood-Tech, illustrando i progetti in corso e in programma e le principali tendenze del settore, con un focus sulla finanza e sul ruolo delle tecnologie spin-in e spin-out.

La tematica di questa edizione rappresenta per ENEA uno dei principali filoni di ricerca su cui negli anni ha acquisito una consolidata esperienza basata sull’applicazione di soluzioni tecnologiche di avanguardia per l’AGROSPAZIO. Sono state realizzate missioni in ambienti estremi, che hanno simulato la vita degli astronauti nello spazio e la coltivazione high-tech di piante e sistemi di produzione nell’ambiente extraterrestre, nella prospettiva di portare nello spazio piante di nuova concezione come preziosa fonte di cibo e nutrienti per i pionieri dei futuri viaggi interplanetari. La partecipazione a numerose iniziative progettuali e le molteplici collaborazioni avviate con le imprese private hanno permesso la realizzazione di diversi sistemi di coltivazione controllati dotati di sensoristica avanzata nei sistemi di gestione e controllo. La “Primavera dell’innovazione” offrirà l’opportunità di presentare una delle iniziative in corso, afferente ai Progetti “LAerospaZIO, ossia quella relativa al Progetto SOLE - Sistema Ottico di illuminamento LED e controllo iperspettrale per la coltivazione di piante finalizzate ad applicazioni spaziali.

Durante le quattro sessioni della giornata, alle quali parteciperanno ospiti nazionali ed internazionali, i relatori discuteranno il ruolo dello Spazio nel panorama dell’Agrifood-Tech.

In particolare, gli enti di ricerca e le istituzioni coinvolti nel progetto LAerospaZIO, oltre a rappresentanti del CNR, esporranno la loro visione sugli sviluppi futuri e le prospettive di crescita del settore. Si evidenzierà il punto di vista delle istituzioni finanziarie e tecnologiche e degli enti del terzo settore a supporto dell’innovazione, nell’ottica di contribuire a definire le difficoltà e gli sviluppi del nuovo tessuto imprenditoriale Agrifood-Tech.

L’evento sarà l’occasione per presentare workshop tematici previsti dal Progetto LAerospaZIO, permettendo un dialogo sul tema e un confronto con diverse realtà imprenditoriali.

Ricordiamo che nell’Insieme di Progetti “LAerospaZIO” (https://www.laerospazio.enea.it/), ENEA svolge il ruolo di Mandatario unico dei 15 partner pubblici e privati del Lazio (GI e PMI).

Le risorse finanziarie messe a disposizione da Regione Lazio ammontano complessivamente a circa 3,4 M€, destinate alla sovvenzione dei 7 Progetti (COMUNE, MAGIC, eRAD, SOLE, NAVSPACE-H, W-SHIELD, MUSE) che affrontano molte delle sfaccettature delle tecnologie per lo spazio, anche in un’ottica di “dual-use”.

ENEA partecipa attivamente ai vari progetti (gli acronimi indicano le diverse unità ENEA coinvolte):

  • Progetto COMUNE. SSPT e ISV contribuiscono con la valorizzazione dei risultati in termini di trasferimento tecnologico, fornitura delle competenze LEAR, organizzazione di eventi.
  • Progetto MAGIC. SSPT si occupa dello sviluppo di tecniche di saldatura laser e brasatura di componenti AM e di strumenti e metodologie per indagini ultrasoniche su componenti aerospaziali.
  • Progetto SOLE.  SSPT coordina la ricerca di una ricetta di illuminamento ottimizzata per la produzione di micro-ortaggi e/o microverdure e l’integrazione di analisi iperspettrali e fluorimetriche per l’analisi in tempo reale della qualità nutrizionale di micro-ortaggi e/o micro-verdure.
  • Progetto WSHIELD. SSPT è coinvolta nello sviluppo di materiali schermanti per elettrofilatura, ma anche nella conduzione di prove di efficacia delle schermature attraverso la misura del danno da irraggiamento su un modelli animali
  • Progetto NAVSPACE-H. TERIN si occuperà della caratterizzazione fisico-chimica e la misura di spessori dei film impiegati per la realizzazione del dispositivo.
  • Progetto MUSE. TERIN si applica allo sviluppo  di moduli SW per l’integrazione funzionale dei dati provenienti dal protocollo nel proprio sistema di supporto alle decisioni CIPCast

All’evento intervengono Massimo Iannetta in rappresentanza del Presidente ENEA,  Federico Testa e Dario della Sala in qualità di procuratore delegato dell’ENEA per l’intera iniziativa.