Project MACMAP

A Multidisciplinary Analysis of Climate change indicators in the Mediterranean And Polar regions
Logo del progetto MACMAP
Acronym: 
MACMAP
Funding type: 
Other Programmes
Altri programmi: 
Fondi INGV
Duration: 
5 October 2020 to 5 October 2023
ENEA role: 
Partner
ENEA Project Leader: 
Giandomenico Pace
Federica Pannacciulli
Personnel: 
Franco Reseghetti
Tiziana Ciuffardi
Daniela Meloni
Status: 
ongoing

Il principale obiettivo del progetto MACMAP è quello di studiare l’evoluzione del clima nelle regioni mediterranea e polari attraverso l’analisi e l’integrazione di dati nuovi e già esistenti provenienti da modelli, da osservazioni nonché da informazioni storiche di carattere qualitativo. Il periodo di interesse copre il recente passato fino al prossimo futuro. La natura multidisciplinare del gruppo di lavoro favorirà l’integrazione sinergica delle differenti competenze messe in campo e permetterà una lettura ad ampio spettro dello studio del cambiamento climatico. Il fine ultimo del progetto è quello di fornire un contributo alla comprensione del cambiamento climatico alle medie scale temporali passate e future, dei suoi effetti sulle interazioni tra atmosfera, oceano, idrosfera, criosfera e terra solida attraverso nuove e più accurate stime dei sui principali indicatori. Le aree geografiche considerate sono quella Mediterranea e quelle Polari, che rappresentano a livello globale le zone di maggiore criticità in virtù della vulnerabilità particolarmente elevata al riscaldamento globale. Particolare rilievo verrà dato al tema del livello marino che interconnette le diverse regioni di interesse del progetto. Esso verrà studiato con nuovi e innovativi strumenti, quali, tra gli altri, rianalisi oceanografiche regionali e fluttuazioni del campo geomagnetico. (fonte INGV).

Il contributo di ENEA al progetto, comprende le attiivtà del Laboratorio di Biodiversità e Servizi Ecosistemici (BES) e del Laboratorio di Osservazioni e Misure per l'ambiente e il clima (OEM). Daniela Meloni di OeM è responsabile della gestione dei dati. 

Il Laboratorio BES si focalizzerà sullo studio della temperatura della colonna d’acqua, lungo la tratta marittima Genova-Palermo, tramite l’utilizzo di sonde XBT gestite da Franco Reseghetti. Tali sonde, acquistate da INGV nell’ambito del progetto MACMAP, verranno lanciate in mare da navi di opportunità (navi di linea che partecipano al programma Ship of Opportunity SOOP). La logistica sarà curata e organizzata da personale ENEA in virtù delle sue specifiche competenze e potrà contemplare la collaborazione di personale di supporto INGV.

Il Laboratorio OeM si occuperà dei dati atmosferici e di flussi radiativi al suolo ottenuti presso il THAAO (The Thule High Arctic Atmospheric Observatory) prevalentemente in modo continuativo e automatico, con trasmissione remota dei dati. Alcune misure (ad esempio quella da radiosondaggio atmosferico) sono invece ottenute soltanto durante le trasferte di personale INGV ed ENEA presso il THAAO.

I dati campionati e generati nell’ambito dei monitoraggi saranno a disposizione del progetto MACMAP e verranno interpolati, validati e analizzati dalle parti in maniera congiunta o singola a seconda delle esigenze specifiche e delle specifiche competenze.